Assenti ingiustificati: Brunettaaaaaa!

Sarò telegrafico, che tante parole non servono.
Qualche giorno fa alla Camera dei deputati si è votata la pregiudiziale di incostituzionalità, presentata dalle opposizioni (parole grosse!), sulla legge che (re)introduce lo scudo fiscale; grazie ai 58 assenti tra i banchi dell’opposizione, la pregiudiziale è stata bocciata e l’iter è proseguito senza altri intoppi. Se fossero stati presenti in aula, cioè se avessero fatto il loro dovere, il risultato sarebbe stato opposto e la legge non avrebbe potuto essere discussa. Ma magari pretendere che fossero in aula a votare una proposta fatta da loro stessi, era troppo per lor signori.
Oggi c’era il voto finale (grazie alla fiducia si procede a tappe forzate) su questo obbrobrio chiamato legge. Risultato: approvata con venti voti di scarto. Assenti nell’opposizione: ventinove. Fate voi i conti.
Dov’è Brunetta, il Savonarola del 2000? Perché non licenzia questi assenteisti?

I commenti sono chiusi